Constatazione amichevole: come compilarla?

12 Aprile 2022
di Redazione
Informazioni e suggerimenti utili sui diritti degli assicurati e dei danneggiati FAQ Consumatori - IVASS

Constatazione amichevole: come compilarla?

Scopriamo come compilare la denuncia in caso di incidente stradale.

Bcc Cai

Ogni sinistro porta con sé un forte carico di stress e tensione, tanto per chi lo subisce quanto per chi ne è il responsabile: bisogna sapere cosa fare con le compagnie assicurative e come gestire l'accaduto.

In caso di incidente stradale, la legge prevede infatti che i proprietari dei veicoli siano obbligati a denunciare il sinistro alla propria compagnia di assicurazione. Per fortuna, esiste uno strumento che nasce per semplificare il più possibile il processo di denuncia. Questo è il cosiddetto “modulo blu”, noto anche come CAI – constatazione amichevole di incidente – o CID – convenzione indennizzo diretto (art. 143 del Codice delle assicurazioni -CAP). Per evitare inutili perdite di tempo e spese aggiuntive dovute al sinistro, è bene conservare nel vano oggetti del veicolo una o più copie del modulo. Il modulo blu, infatti, permette di avere in un unico documento una visione completa e definita della scena del sinistro, con indicazione della dinamica con la quale si è verificato.

Diverse sono le informazioni da inserire, ma alcune sono fondamentali. In ogni caso, ricordatevi di utilizzare un solo modulo per entrambi i veicoli coinvolti nel sinistro (oppure 2 moduli nel caso in cui nel sinistro siano coinvolti 3 veicoli, e così via).

Per evitare inutili perdite di tempo e spese aggiuntive dovute al sinistro è bene conservare nel vano oggetti del veicolo una o più copie del modulo blu.

Bisogna compilare tutto il modulo?

Premesso che sarebbe opportuno compilare il modulo in ogni sua parte, per una corretta denuncia di sinistro sono sufficienti i seguenti dati:

  • Data del sinistro - tale informazione consente alla compagnia di assicurazione di verificare la regolarità della copertura assicurativa del veicolo alla data segnata.
  • Generalità delle parti - è necessario indicare nome, cognome e codice fiscale del conducente o del proprietario dei veicolo assicurato, se persona diversa dal conducente. 
  • Targhe dei due veicoli - informazione imprescindibile senza la quale la procedura di liquidazione non può essere aperta)
  • Denominazione rispettive compagnie di assicurazione - informazione indispensabile, meglio verificare controllando sui documenti assicurativi che l'altro conducente deve avere con sè.
  • Descrizione, anche solo grafica, delle circostanze e delle modalità del sinistro - i conducenti dei veicoli devono limitarsi a descrivere la dinamica dell'incidente barrando le caselle riportate nella parte centrale del modulo (dove sono riportate tutte le tipologie di sinistro)
  • La firma dei due conducenti o assicurati coinvolti nel sinistro - la firma sul modulo accelera la procedura di liquidazione, in caso contrario esiste il rischio che l'altro conducente rappresenti al proprio assicuratore una dinamica dell'incidente completamente opposta (es. un conducente denuncia una dinamica di tamponamento e l'altro una dinamica di retromarcia).

Chi tiene le quattro copie del modulo CAI che è stato compilato?

Ciascuno degli automobilisti trattiene due copie del modulo CAI: una per sé e l’altra da consegnare al proprio assicuratore. Se il modulo CAI è firmato dai due conducenti è vietato apporre unilateralmente integrazioni o correzioni alle informazioni indicate.

Ricorda, richiedi sempre all’altro conducente un recapito telefonico!

Cosa succede se ho subito un incidente in Italia da un veicolo immatricolato all'estero? Hai venduto l'auto e vuoi il rimborso del premio pagato e non doguto? Tutte le risposte su FAQ CONSUMATORE - IVASS

 

Informazioni e suggerimenti utili sui diritti degli assicurati e dei danneggiati FAQ Consumatori - IVASS
erzi ma anche a te stesso?