BCC sostiene “Stropula Cantieri Teatrali”, che promuove il teatro locale e l’impegno sociale

4 Ottobre 2021
di Giovanni Marzini

BCC sostiene “Stropula Cantieri Teatrali”, che promuove il teatro locale e l’impegno sociale

Nata 15 anni fa, l’associazione amatoriale è cresciuta negli ultimi cinque anni mettendosi in gioco con registi professionisti, e partecipando a rassegne di teatro locale.

Bcc Stropula Monfalcone

Bcc è lieta di promuovere il teatro locale sostenendo la “Stropula Cantieri Teatrali” di Monfalcone, associazione di teatro amatoriale che da 15 anni organizza corsi e spettacoli rivolti a tutte le età e negli ultimi anni ha raggiungendo livelli qualitativi sempre più alti collaborando con registi quali Gualtiero Giorgini, Boris Zacchigna, Mario Mirasole e Massimo Navone, e portando in regione nomi di richiamo quali Roberto Agrisani, uno dei maestri del teatro a leggio, di recente ospite  a Monfalcone con lo spettacolo “Il Sognatore” nell’ambito del festival GEOgrafie. Il gruppo è attualmente composto da nove persone, tra cui un tecnico e un pianista. 
Nei suoi spettacoli, la compagnia si prefigge l’obbiettivo di “valorizzare il nostro ambiente e gli scrittori della nostra terra – spiega il presidente Franco Ongaro -, promuoviamo il dialetto, le tradizioni bisiache e giuliano triestine, un patrimonio che va conservato. Realizziamo quindi spettacoli ‘brillanti’ in dialetto degli autori locali come Roberto Covaz, Aldo Miniussi, Carpinteri e Faraguna e Livio Blasic, mentre in altri lavori affrontiamo problemi sociali e culturali”.

Tra gli spettacoli realizzati di recente uno spettacolo su Hiroshima, uno su Dante e uno sul teatro dialettale di autori locali.

Nel filone legato all’impegno sociale si inserisce lo spettacolo originale “Hibakusha, memorie di sopravvissuti”, che affronta la tragedia di Hiroshima dal punto di vista delle diverse generazioni, e per il filone culturale “L’amor che move il sole e l’altre stelle”, che punta a un tour delle scuole superiori e che propone Dante in una versione giovanile, alle prese con i primi amori. Nell’ambito delle commedie brillanti e dialettali c’è poi “Ciacole de casa nostra”, liberamente tratto da scritti di autori locali, e che, come gli altri spettacoli citati sono già stati rappresentati e saranno riproposti nei prossimi mesi nei teatri del Fvg.