Una palestra a dimensione ambiente

5 Dicembre 2018
di Paola De Cassan
I protagonisti
L'articolo in questa pagina è tratto dalla versione cartacea di Ideale: il magazine trimestrale della nostra Banca che dal 2017 ha raccontato i protagonisti dell’economia e del territorio. Puoi sfogliare tutti i numeri passati della rivista da qui

Una palestra a dimensione ambiente

A Trieste, nel rione di Valmaura, c’è una palestra che ha fatto del risparmio energetico la sua mission aziendale.

Una palestra a dimensione ambiente

Maurizio De Candussio, direttore della palestra A&R da oltre 1000 iscritti, ci racconta la sua passione per le energie alternative iniziata in tempi non sospetti: era il 1977 quando da giovane liceale incappò in un libro in cui scrivevano “sembra che il fotovoltaico funzioni ma siamo ancora in attesa di verifiche”. Il suo interesse verso le nuove fonti di energia, l’ha portato a installare cinque anni fa, grazie ad un finanziamento, i primi pannelli solari di 6 kW. L’energia in eccedenza –quella che non si consuma subito– viene venduta. Ma ancora per poco: Maurizio, infatti, sta per acquistare a breve, mediante un altro prestito, dei nuovi accumulatori che gli permetteranno di avere il proprio serbatoio di energia. E ha già messo in previsione l’acquisto di ottimizzatori che aumenteranno il rendimento dell’impianto fotovoltaico! Maurizio spiega che la sua scelta si basa su tre principali motivazioni: ambientale, inutile dire bisogna fare qualcosa quando tu non sei il primo a farla; economico, per essere competitivo devi risparmiare ma senza perdere in qualità; politico, si è liberi solo quando si è indipendenti dal punto di vista energetico.

“Maurizio De Candussio e il fotovoltaico in palestra.”

Così in questi anni ha installato pure due sistemi solari termici per la produzione di acqua calda, sta iniziando a sostituire il riscaldamento a gas con i nuovi sistemi a pompa di calore, ha acquistato il primo tapis roulant autoalimentato e sta sostituendo tutte le luci con le nuove lampadine led. Facendo un po’ di calcoli, rimpiazzando solo 30 lampadine, risparmia ben 1814kW all’anno! Attraverso la sua attività da istruttore, Maurizio è infatti maestro di judo 5° DAN, condivide con entusiasmo la sua filosofia, educando e invitando tutti al “risparmio e all’autoproduzione”. E per il futuro? “Sto seguendo la tecnologia della fusione a freddo, ma i tempi non sono ancora maturi. Per ora, con il led, m’illumino meglio” conclude sorridendo.

I protagonisti
L'articolo in questa pagina è tratto dalla versione cartacea di Ideale: il magazine trimestrale della nostra Banca che dal 2017 ha raccontato i protagonisti dell’economia e del territorio. Puoi sfogliare tutti i numeri passati della rivista da qui