Un anno al teatro La Contrada con le agevolazioni della BCC

10 Settembre 2021
di Giovanni Marzini
Info&biglietti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.contrada.it

Un anno al teatro La Contrada con le agevolazioni della BCC

Prosegue anche per la stagione ‘21/22 la collaborazione tra BCC Staranzano e Villesse ed il teatro stabile La Contrada di Trieste. 

Bcc Contrada

Il teatro Orazio Bobbio sorge nell’immediata periferia di Trieste. Un tempo cinema di seconda visione, dopo accurati lavori di riadattamento negli anni scorsi, è oggi palcoscenico tra i più amati, non solo in città. Amore che di anno in anno i vertici dello Stabile triestino ricambiano offrendo al pubblico un cartellone di sempre maggior qualità, che alterna testi impegnati e classici di grande spessore a produzioni più leggere e popolari (immancabili quelle dialettali) che registrano regolarmente il “tutto esaurito”.

Abbonamenti in vendita presso la nostra Banca.

E anche per la stagione presentata nei giorni scorsi, BCC di Staranzano e Villesse ha voluto esser a fianco del teatro, rinnovando una collaborazione che consentirà ai nostri clienti di sottoscrivere gli abbonamenti acquistandoli direttamente presso gli sportelli BCC a condizioni di favore.
Il programma, che spazierà da autunno a primavera inoltrata prevede 13 spettacoli, di cui 6 produzioni La Contrada, più altri 6 fuori abbonamento e 3 in collaborazione con il DanceProject Festival per un totale di 28 spettacoli e oltre 75 serate di intrattenimento, senza contare gli appuntamenti musicali e altri eventi che si aggiungeranno nel corso della stagione.

Cartellone ricchissimo con grandi nomi.

Un assaggio di quanto potremo “gustare” una volta alzato il sipario?
Gli spettacoli in abbonamento prendono il via il 21 di ottobre con la verve e la simpatia di Ariella Reggio, vera e propria star-icona della Contrada, impegnata con Alessandro Fullin e Marzia Postogna ne “Le sorelle Robespierre”. A inizio novembre troveremo sul palco Maria Grazia Cucinotta nelle “Figlie di Eva”, mentre Paolo Triestino, che ne cura anche la regia, porterà in scena lo stesso mese “Il rompiballe”. “Il malato immaginario” di Moliere terrà banco prima di Natale, mentre l’anno nuovo si aprirà nuovamente con una produzione dello Stabile e rivedremo la Reggio ed altri noti attori locali in “Harold e Maude”.
A fine mese il regista Massimo Romeo Piparo porta a Trieste “Belle ripiene” dopo i successi dell’anno passato in tutta Italia, con Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo. Per poi proseguire sino a maggio con una media di almeno due opere ogni mese.
Ma fuori abbonamento il cartellone della Contrada propone altri nomi popolari, non solo a teatro, ma anche sul piccolo schermo. Qualche esempio? Stefano Massini, Michela Murgia, Lodo Guenzi, la coppia Lopez-Solenghi, Lino Guanciale, Enzo Decaro, Antonio Cornacchione e… l’elenco è ancora molto lungo.

Info&biglietti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.contrada.it